Peugeot 207 Jbl

3 10 2007

Qualcuno ai piani alti si è inventato tecnico del suono ed ha “progettato” un sistema supersofisticatissimo per la nuova piccola di casa Peugeot.
A parte l’obrobriosa qualità di suddetto impianto, ci ritroviamo tra le mani non pochi problemi. Dietro alla sorgente vi è, come al solito, un bel cablaggio Fakra (sia alimentazioni e segnali, che antenna) e se vi acquistate il semplice raccordo ISO e lo collegate, magicamente non suona niente…

Come mai?

Presto detto, in Peugeot sono talmente furbi che indipendentemente dall’impianto che richiedi il cablaggio rimane quello (nel vano ISO), la differenza sta nei collegamenti dall’altro capo.
Il mitico sistema JBL da 18 mila milioni di Watt (così fanno bella figura) non è altro che composto da un infimo booster, con annesso subwoofer da 16 (subwoofer da 16…) il tutto inscatolato in un bel contenitore di plastica (contenitore di plastica…) alloggiato dietro il fianchetto destro nel baule.
Per far sì che il tutto possa iniziare a suonare decentemente, la prima cosa da fare è sicuramente eliminare tutto ciò che di inutile troviamo sotto mano.

Installazione della sorgente
Qui basterà utilizzare l’apposita mascherina ISO e relativi cablaggi (alimentazione, altoparlanti ed antenna) effettuando però una piccola modifica:
già che i collegamenti che dovrebbero essere comunemente degli altoparlanti inviano invece il segnale al booster, questi non li potremo usare, quindi li taglieremo di netto dalla nostra spina di raccordo. Ci rimarrà quindi solo la parte delle alimentazioni (sconsiglio il sottochiave, dato che è in Can-Bus, sulla sorgente) di modo da non mettere mano alla presa di serie Peugeot.

Installazione degli altoparlanti
Come annunciato, se i collegamenti a quelli che dovrebbero essere gli altoparlanti li abbiamo segati di netto, è facile intuire come dovremo tirarci su per bene le maniche e smontare un pò la nostra amata 207.
In particolare, possiamo agire in due modi:

1. (sconsigliato) intercettare all’interno della macchina quali siano i due cavi (pos e neg) del relativo canale, spelarli od usare un rubacorrente ed attaccarsi lì con la nostra linea proveniente dalla sorgente. Perchè lo sconsiglio? Perchè abbiamo fatto i bravi fino ad adesso e non mi sembra il caso di intaccare l’impianto elettrico originale proprio ora…

2. (consigliato) cablare una linea nuova fin dentro la portiera. Così facendo, eliminerò qualsiasi giunta, potrò usare il cavo che voglio senza limitazioni, ed infine mi ritroverò (a parte alimentazione positiva e negativa) un secondo impianto completamente indipendente e distaccato da quello originale.

Certo che è uno sbattimento, ma così le cose vengono fuori bene.
Partiamo con la prima immagine:


Sul lato destro è necessario smontare il bauletto portaoggetti, così avrete più libertà di movimento.


Come potete notare, il “tappo” con tutti i cablaggi della porta è lì bello davanti a noi, ma visto che siamo dei duri, ce ne freghiamo e non lo tocchiamo nemmeno. Gli facciamo solo un piccolo foro, stanto attenti a non troncare i cavi presenti. Parlo di piccolo foro anche perchè così facendo, quando infilerete la vostra piattina 2×1 o 2×2 o quello che sarà, la sezione maggiore dilaterà quanto basta la gomma, che data la sua elasticità, manterrà un buon isolamento con l’esterno (o vi ritroverete l’acqua sui piedi).


L’altro tappo (quello della porta) si sfila con semplicità verso l’esterno, mostrando però una struttura piuttosto massiccia. Stando molto attenti dovrete scalzare quell’anello chiaro in teflon (che non potrete nemmeno sfilare e ve lo ritrovete sempre tra le scatole) per riuscire a maneggiare il raccordo in fase di posa della linea (dato che il corrugato è ben più grosso del condotto che entra nella porta.


Questa è la parte più dura: infilare la linea. Premetto che quel taglio non l’ho fatto io, ma è di serie, quindi immaginatevi la qualità dell’isolamento di quel raccordo di gomma una volta riaccomodato, sia nei confronti dei cavi che vi passano all’interno, sia nei confronti dell’interno dell’abitacolo. Comunque sia, quella che si vede era una linea da 2×1,5mmq a sezione rettangolare, ma con un pò di impegno, è stato possibile passarla dall’interno dell’abitacolo tramite il primo tappo, il raccordo corrugato, fin dentro la porta, tramite il secondo tappo e l’ultimo pezzetto di condotto di gomma.

Ce l’abbiamo fatta!!! Come potete notare in queste ultime immagini, il cablaggio dedicato di serie rimane intatto, sia per i canali anteriori che per quelli posteriori, dato che appunto abbiamo cablato una nuova linea elettrica indipendente. Da notare anche l’esigua sezione dei cavetti si serie (a occhio e croce un 0,5 o 0,75 max – siamo al limite delle leggi e delle normative sulla sicurezza, ndr) con la loro bella spina nera di terminazione, rispetto ad un comunque modesto 2x1mmq che ho posato nei fianchetti posteriori. Così facendo, voglio ricordare, sarà semplicissimo e velocissimo rimontare il superlativo altoparlante JBL dal magnete di 2cm di diametro e cestello in plastica una volta che intenderemo cambiare auto.

In questo caso particolare sono stati installati (tutti ovviamente indipendentemente dal sistema di serie):
Kit a due vie anteriore da 165mm e tweeter da 25mm con crossover autocostruito Phoenix Gold
Coassiale posteriore da 130mm Boston S55
Sorgente Clarion DXZ558RMP (con relativa mascherina ISO, cablaggio Fakra “modificato” e raccordo antenna)
Amplificatore 2 canali Phoenix Gold Octane-R 2.52 su
Subwoofer Phoenix Gold R10 in sospensione pneumatica e box dedicato da 14 litri

Ultime note
E’ meglio eliminare del tutto l’ampli/booster/box/sub ecc.ecc., agendo sulle 3 viti (mi pare siano 3), dietro alla moquette destra nel baule (con una chiave a tubo del 10 se non ricordo male). Attenzione che per spostare bene la suddetta copertura senza rischiare di segnarla o rovinarla è meglio anche smontare prima di tutto il montante C, ovvero il fianchetto (credo grigio chiaro su tutte le versioni) che sostiene il pannello e da cui fuoriesce la cintura di sicurezza posteriore (tanto per capirci).

In ultimo voglio far presente che nella versione 3 porte è possibile installare posteriormente sia altoparlanti da 130mm che da 165mm.
In effetti il driver di serie (130) è avvitato su un supporto in plastica, rivettato alla lamiera. Ecco come si presenta il coassiale Boston appena alloggiato:

Sarebbe quindi possibile eliminare i rivetti, togliere l’anello in plastica ed avviatare direttamente un bel 165mm utilizzando i fori più esterni rimasti liberi. Perchè allora non l’ho fatto dato che un 16 è meglio di un 13?
1. Perchè il foro del rivetto è bello grosso è avrei rischiato che le viti non tirassero a dovere (e non fa bene)
2. Perchè mi ritroverei un driver montato direttamente sulla lamiera, il chè non aiuta di certo a smorzare le vibrazioni.
Quindi, per dovere di cronaca sono costretto a dire che vi è la possibilità, ma se state pensando ad un fronte posteriore low-cost è meglio non sfruttare questa opzione.

Riassumendo:
se ho capito che il super sistema JBL di serie non vale una cicca e voglio migliorare la resa citofonica del mio impianto devo:

– Modificare la spina originale eliminando le connessioni relative agli altoparlanti
– Rimuovere il magico ampli/sub
– Cablare una linea nuova per ogni canale (più facile nel caso della 3 porte, più lungo nel caso della 5)
– Installare tutto il ben di Dio che voglio senza problemi, dato che non sto toccando niente delle dotazioni di bordo
– Accendere il sistema e gustarmi il nuovo sound…

Buon lavoro…!

Annunci

Azioni

Information

6 responses

12 10 2008
Giacomo

Ciao, ottima guida, quello che non capisco è se per montare le casse hai dovuto smontare il pannello della porta anteriore. io non vorrei farlo perchè la macchina è in garanzia

2 11 2008
fabio

Ciao..sai dirmi come passare il cavo alimentazione dalla batteria all’abitacolo???aiutoooo

1 12 2008
massimo

ottima risposta…considerato che ho appena comprato una 207. Vorrei tanto sapere la sigla dei coassiali boston da 130. Grazie.

16 08 2010
daniele

Ciao a tutti, qualcuno mi potrebbe dire perchè non riesco a visualizzare le foto di questo lavoro? Grazie.

27 12 2010
Marco

per cambiare gli altoparlanti bisogna smontare la cartella di plastica delle portiere. Per passare il cavo di alimentazione, rimuovi la batteria e guarda verso l’angolo di sinistra (lato batteria) dove trovi una cuffia di gomma dalla quale entrano i cavi dell’impianto elettrico dell’auto. Forala delicatamente con un cacciavite e passa da li.
Se avete bisogno per la 207 scrivete pure a marco.pr2@virgilio.it

ciao a tuttti

3 11 2012
Tidus

è possibile rimettere le foto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: