DAB – Digital Audio Broadcasting

20 11 2007

Per chi ancora non conosce questa tecnologia di ultima generazione, affrontiamo oggi l’argomento. Il Digital Audio Broadcasting (DAB) è un sistema di diffusione digitale radio. E’ una sorta di corrispettivo del DVB, Digital Video Broadcasting (TV via Satellite). In Gran Bretagna è un sistema molto sviluppato e di facile accesso, ma lo ritroviamo disponibile anche in altri paesi, europei, asiatici e americani.

In sostanza accade che il segnale da trasmettere viene passato, codificato e filtrato da un processo di conversione, in grado di tradurre l’analogico in digitale. A questo punto è possibile inviare tale informazione direttamente al ricevitore dell’autoradio, che provvederà semplicemente alla decodifica, o avvicinargli qualsiasi altro tipo di dato. L’elaborazione digitale infatti ci permette di inviare sul display anche informazioni aggiuntive quali il nome dell’artista, del brano, dell’album, o addirittura l’immagine della cover del disco. Alcune emittenti radiofoniche che sfruttano tale sistema si sono associate ad enti di diverso settore per le quali diffondere notizie di vario genere: orari di partenza e di arrivo di treni, aerei, news di mercato, finanza, ecc.ecc.

Un’altro grosso vantaggio è la mancanza di dissolvenza audio in caso di scarsa ricezione: finchè il segnale esiste, anche se molto basso, la qualità audio è ottimale. In sostanza, o senti bene o non senti niente, ma il limite si alza notevolmente rispetto allo standard di ricezione analogico (FM o AM che siano). Vengono inoltre eliminate tutte le interferenze, dato che il segnale viene filtrato e impacchettato da appositi dispositivi, i quali non permettono nemmeno la ricezione contemporanea di due programmi differenti in sovrapposizione.

Probabilmente sarà questo il futuro della radiofonia, viste le espansioni degli ultimi mesi, oppure il tutto si tradurrà in un enorme flop, almeno per quel che riguarda il discorso nazionale.
Chi vivrà vedrà…
La tecnologia c’è, ora servono gli operatori (emittenti) che abbiano intenzione di investire in un progetto di questo calibro.

Advertisements

Azioni

Information

2 responses

20 11 2007
Luca P

Ma in Italia non c’è nemmeno un emittente che trasmette in questo modo? mai possibile!?

20 11 2007
Davide

Purtroppo sembrerebbe di no, Gran Bretagna e Svizzera (quasi 30 emittenti) sono le due nazioni più avanti in questo settore.

Ma si sa che noi arriviamo sempre un pelo più tardi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: