Costruire una Tasca Altoparlanti passo passo (Il ritorno)

23 11 2007

Nel primo brevissimo articolo sulla costruzione di una tasca per altoparlanti partendo da zero, avevamo introdotto le generalità della questione. Si era infatti parlato più a livello teorico che pratico, ricordandoci quali dovessero essere i punti salienti da affrontare. Infine si era detto che questo era solo uno dei modi per sviluppare una struttura acusticamente degna di nota: oggi vedremo il secondo metodo, in base alla vostra auto potrete scegliere l’uno o l’altro.

Il prerequisito
Nel precedente articolo avevamo detto: sviluppiamo una struttura solida, lavorata davanti, dietro e ai lati, da applicare al pannello originale. Oggi invece diciamo: lasciamo stare il pannello, le cui sagome sono troppo complesse da rilevare e colleghiamo la struttura direttamente al lamierato.
L’idea infatti è quella di usare il pannello come semplice maschera di copertura. Così facendo non avremo il grosso impiccio della sagomatura del lato posteriore della tasca, difficile e lunga da realizzare.
Come fare?

1.
Innanzitutto smontiamo il pannello: alcune auto presentano un lamierato che separa la cartella dal vetro, altre invece sono vuote, con un sottile film plastico o spugnoso. In entrambe i casi dovremo trovare il modo di ancorarci al metallo che ci troviamo di fronte. Rispetto al primo tipo di tasca ovviamente abbiamo meno profondità utile, anche per un eventuale caricamento dato che rimaniamo più all’interno, quindi è bene controllare di quanta ne necessitino i nostri altoparlanti, verificando che non vi siano interferenze con nessuno dei meccanismi (vetro, maniglie, ecc.ecc.).

2.
Realizziamo una struttura questa volta molto più spoglia e grezza, non ci interessa adesso la parte estetica, ci interessa che suoni! In questo modo avremo più agio nella costruzione, poichè non dovremo fare i conti con vani portaoggetti, curve strane del pannello e via dicendo. Penseremo solo ad installare un bel supporto di quelli come si deve.

3.
Fatto questo arriva la parte interessante: la lavorazione del pannello. In base alle forme e alle curve potrete sbizzarrirvi come volete ed in maniera più semplice, dato che non dobbiamo scolpire del legno ma modellare della resina. Tutto ciò ci permette di non dover fare i conti con l’acustica ma solo con l’estetica e l’integrazione di fino. Infine basterà rivestire o riverniciare il tutto ed avremo una cartella/maschera pronta da rimontare e in più bella da vedere.

Ecco il risultato:

L’area blu, su cui alloggiano i woofer non è altro che un’asse di MDF più grossa di quanto sembri, ancorata alla lamiera e rivestita solo nella parte che poi risulta in vista. Il pannello è invece semplicemente appoggiato contro, nient’altro… Capite la furbata? Così’ facendo la cartella rimane leggera e facile da smontare e rimontare, non deve sostenere alcun peso, e deve solo presentare l’apertura per lo “sfogo acustico” dei driver, che sono installati dietro…

Certamente le cose non si sono semplificate rispetto a prima, la lavorazione del pannello va comunque fatta, è solo un diverso approccio. Però sono innegabili alcuni vantaggi:

– non c’è il rischio che la tasca sia troppo spessa e vi tocchi contro i sedili o peggio non vi faccia chiudere la portiera
– rispetto alla tasca montata sul pannello, non si vedono le fughe di accoppiamento, quel bordo di contorno che magari non sta benissimo

E voi, di che tasca siete?

Annunci

Azioni

Information

5 responses

28 03 2008
Vincenzo

complimenti per tutto; deve realizzare una tasca con doppio 16 su subaru legacy
’06, avete qualche idea consiglio da darmi sul tipo di soluzione da adottare??
saluti grazie

28 03 2008
Davide

A suo tempo fecimo qualcosa su quella vettura, ma era un supporto se non ricordo male singolo 16. La teoria comunque rimane la medesima:

– ottenere una superficie piatta partendo da quella sagomata del pannello originale

– alloggiare i due anelli in legno con angolazione ed orientamento corretti

– rivestire di tessuto lisciante, a creare la finitura estetica e a dare struttura

– resinare

– carteggiare

– rivestire

– avvitare dal lato posteriore del pannello e forare in corrispondenza dei trasduttori

Attualmente non ho ancora inserito i materiale per le ricostruzioni, ma a breve potrete vedere nel catalogo tutti i prodotti che normalmente utilizzo.

12 06 2008
domez_88

Non ho capito benissimo questa spiegazione si potrebbero avere foto dei vari passaggi con una guida? mi sarebbero molto utili……..

5 02 2010
Luca

Io invece ho un problema…
Ho una Fiat 600, dove volevo far stare 2 woofer da 165 a porta, ma non ho pannelli in plastica che si possono smontare e poi resinare…. ho la lamiera a vista e i 2 supportini per la tasca di plastica(solo per documenti).

Vorrei tanto fare il lavoro in resina… ma vista la situazione mi sà che sarò costretto a lavorare il legno…..

20 10 2013
thaiss

anche io ho una fiat 600 premetto che nn sono un esperto e sto utilizando i due porta oggetti in plastica come supporti per i medi. la preparazione e la medesima:mi son preparato i due anelli di legno piu uno tagliato a meta x dare l inclinazione verso l ascoltatore cosi sovrapponendo il mezzo cerchio con il cerchio ho una direzione migliore, fisso i due cerchi alla plastica con colla attak plastica adatta a questo tipo di plastica, io per maggiore sicurezza e robustezza ho pensato di mettere anche due perni passanti a scomparsa ricorpo il tutto con panno pile in poliestere e lo fisso all bordo del portaogetti con una graffettatrice e nel caso colla imbevo il panno di resina e attendo che sciuga cosi poi posso partire con le varie stuccature e verniciatura ovviamente dietro ho fatto una dima di cartone ritagliata in legno cosi da chiudere e fare cassa il lavoro e ancora da ultimare 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: