Mi serve una mano…

27 03 2008

Dato che di crossover non ne capisco molto chiedo a voi: dite che questi componenti mi bastano per un incrocio woofer e tweeter? Un canale solo intendo, non tutti e due, ovvio. Grazie.
Leggi il seguito di questo post »





Comunicazione per tutti gli utenti

22 01 2008

A causa del trasferimento da Hosting Windows a Hosting Linux dello spazio web del mio domino, non sarà possibile visualizzare le immagini del blog e del catalogo per le prossime 24/48 ore.

Mi scuso personalmente per il disagio arrecato, purtroppo non dipende da me. Quanto prima vedrete riapparire tutti i contenuti extra.





Sedurre una donna

10 01 2008

Scusate se continuo a divagare, ma dopo aver scritto “Occhio alla bandiera!” mi sono dato alla ricerca smodata di comic posts sull’argomento. Mica possiamo sempre parlare di elettroni e decibel, giusto? Anche questa è troppo bella. Fonte: amicigg.it

Programmatori e donne

Noi programmatori siamo abili a smanettare con i computer e la tecnologia, ma siamo terribilmente negati con le donne.

Gli “hacker” che sono indubbiamente i più portati tra i programmatori sono anche quelli che possono avere più problemi con le donne, vi riporto una storia che è ormai un vero e proprio cult, un esempio di cosa succede quando un programmatore, anzi un vero hacker, decide di abbordare una donna.

hub godzilla

Il problema:

coppia a letto

Da qualche tempo sentivo come un bisogno insoddisfatto. Non ero certo di cosa fosse, era come una strana sensazione alla bocca dello stomaco e al basso ventre. Come la mancanza di qualche cosa di tenero.
Leggi il seguito di questo post »





Da Linux a Windows

10 01 2008

Questo ironico paragrafo l’ho reperito sul blog Quasi.dot che ha gentilmente tradotto dall’inglese un post che sta girovagando parecchio in rete.

Negli ultimi cinque anni ho letto diversi articoli intitolati “Come passare da Windows a Linux, in cinque facili passi“, “Come cambiare sistema operativo e divertirsi con Linux” piuttosto che “Perche’ e’ bene provare Linux” ma continuo ad incontrare persone che si lamentano della difficolta’ di impararlo o ribadiscono come l’installazione di Windows sia molto piu’ facile. Se qualcuno avesse utilizzato come primo sistema operativo non il DOS o Windows 95 ma un qualche Unix libero tipo BSD o Linux cosa potrebbe succedere?

Quella che segue e’ l’esperienza di una persona che ha sempre utilizzato Linux, ha imparato da subito a utilizzarlo perche’ lo costrinsero al lavoro. Immaginiamo quindi che Linux sia il sistema operativo dominante ed una piccola azienda offra un prodotto chiamato “MS Windows XP”. Sia chiaro: non si parla sul serio! Questa vuole essere satira. E’ una storia inventata che vorrebbe essere divertente. Sia ben chiaro: piuttosto che prenderla per una cosa seria non leggete proprio!

I miei primi passi con Windows XP
Leggi il seguito di questo post »





Cronache di un neo-acher

10 01 2008

Questa invece l’ho trovata:

Caro diario, giorno 1
————————–
Oggi ho deciso di installare Linux.
Non si può essere un vero hacker se non si usa Linux, e io voglio essere un vero hacker.
Soprattutto per far colpo sulle ragazze.
Ho chiesto a quelli che conoscevo ed ho scoperto che Giovanni usa Linux; stranamente ha gli occhiali spessi, è sovrappeso, non si lava molto, non si rade e non conosce nessuna ragazza.
Mi aspettavo qualcuno di più figo, con gli occhiali scuri anche al chiuso e il trench di pelle.
Probabilmente si traveste per non dare nell’occhio.
Una doppia vita! Che cosa emozionante diventare un hacker.
Mi ha consigliato la Debian dicendo che è la “distruzione di Linux” per veri duri.
Io sono un duro.
Uso il computer da quando ero piccolo; sempre Windows, ma quando uno sa usare un computer, li sa usare tutti!
Pensa: l’hacker di “Indipendence Day” entrava nel sistema operativo di una nave aliena: figata!
Chissà perché si chiama “distruzione di Linux”. Dovrò chiedere. Che nome da duro!
Leggi il seguito di questo post »





Occhio alla bandiera!

10 01 2008

“… da qualche tempo avevo intensificato di molto il lavoro con il computer, dandoci dentro parecchio, non potendo non notare come ogni qualvolta volessi fare qualcosa il sistema aveva sempre da ridire. Io facevo tutto quello che voleva e pur schiavizzandomi non riuscivo ad ottenere il risultato sperato.
Installavi un programma e dovevi dirgli “avanti” 10 volte senza la certezza di riuscire nell’intento; e in più quando lo disinstallavi dovevi anche andare in cerca nel filesystem di tutto quello che si era perso per strada. Così come in tantissime altre applicazioni di uso quotidiano: tante finestre, una sopra l’altra, domande a trabocchetto, problemi con la rete, problemi con muri di fuoco, rallentamenti continui, virus, spie, vermi, problemi in ogni dove, peripezie da indiana jones.
Poi ebbi la fortuna di approfondire la cosa, capendo che non ero io a ragionare male, ma che era il computer che si rifuitava di seguire la mia stessa linea logica. E così mi domandai: “Ma se il computer deve aiutarmi, velocizzare le operazioni, da quelli più semplici a quelle più complicate, perchè devo pure essere costretto a pensare come lui?” Girovagando come un naufrago nella rete scoprii che non tutti avevano i miei problemi e chiesi come mai. Dissero che era colpa di una cosa chiamata architettura del computer e di una chiamata software operativo. E che sono ste cose? Non ricevendo risposta ma volendo risolvere i problemi mi arrangiai (chi fa da sè fa per tre).
Trovai tra i menu del mio desktop un icona che mi invitava ad aggiornare Leggi il seguito di questo post »





No Linux, no Party!

18 12 2007

Per il dispiacere di tutti coloro che ancora credono che Linux non possa essere all’altezza di Windows, rispondo con questi due (per ora) interessantissimi video. Sia chiaro, non è qua il vantaggio dell’OS libero, ma già che anche l’occhio vuole la sua parte e in ambito pinguini si può fare tutto con un 486 (e non con Quad core o Blue Genie raffreddati ad uranio impoverito), eccovi i primi contributi: