Induttanze Hi-End by Mundorf

26 03 2008

Tempo fa avevamo già presentato e visto le caratteristiche degli ottimi condensatori Mundorf ed in particolare nelle 4 serie più prestigiose: M-Cap, M-Cap Supreme, M-Cap Supreme Silver/Oil e M-Cap Supreme Silver/Gold. Oggi invece esamineremo la vasta gamma di induttanze, in modo da aiutare anche chi intende progettare da solo il proprio circuito. Ma prima voglio farvi notare questo breve documento riguardante la tecnologia utilizzata dalla nota casa tedesca: l’impregnazione a vuoto del filo conduttore.


Leggi il seguito di questo post »





Morel Ultimo 12

14 03 2008

Il lancio sul mercato di questo particolare altoparlante ha sconvolto non poco gli appassionati di Hi-Fi Car: da sempre Morel è sinonimo di alta qualità ed alta tecnologia, cura dei dettagli e performance sonora. Ciò che mancava era proprio un subwoofer che risultasse in linea con i restanti prodotti, come il kit Elate o i componenti Supremo. Nasce così Morel Ultimo 12, il riferimento per quel che riguarda la riproduzione della gamma ultrabassa.

Già da qualche mese questo subwoofer era entrato nella nostra distribuzione ufficiale, possiamo iniziare ad analizzarlo leggendo i dati tecnici dichiarati dal costruttore nel nostro catalogo on-line. Ma sul numero 171 della nota rivista “ACS” ne è stata pubblicata una vera e propria prova, di cui una copia mi è stata gentilmente inviata dal rappresentante Morel.

Per tutti coloro che hanno intenzione di acquistare tale articolo, questo potrebbe essere un ottimo documento con cui valutarne l’eventuale investimento:

Scarica il test di “ACS” del subwoofer MOREL Ultimo 12





Celestra FA 475x

21 02 2008

Aperta la scatola e via con i collegamenti. Il primo impatto con il Celestra FA475x è quello di un prodotto veramente solido e robusto, è anche parecchio pesante (7.1 Kg) e la conformazione dello chassis con finitura spazzolata lo rende ancor più mistico pur mostrando comunque una linea decisamente sobria.

Tutto ciò di cui abbiamo bisogno lo troviamo sui due lati corti: da una parte notiamo i due fusibili da 30A cadauno e le connessioni di alimentazione e altoparlanti, entrambe magnificamente sovradimensionate e con serraggio a brugola a terminazioni isolate (ottime per un cablaggio a regola d’arte e difficilmente riscontrabili in prodotti di pari fascia). Dall’altra parte invece trovano collocazione i 4 ingressi RCA vicini tra loro e le relative regolazioni.
Leggi il seguito di questo post »





Singolo Din o Doppio Din?

7 01 2008

Questo è il dilemma….

O meglio, forse lo era tempo fa, ma con le mode di oggi i doppio din da pochi euro sono sempre più sulla bocca e sulle auto di tutti. Vediamo di svelarne pregi e difetti rispetto al diretto collega.

Innanzitutto dobbiamo per forza di cose dividere il discorso tra doppio Din di qualità e doppio Din economici. Sebbene questi ultimi siano ovviamente i più apprezzabili dalle nostre tasche, non possiamo non notare come la fattura del prodotto in sè e la qualità audio siano più scadenti rispetto a quelli di aziende vere del settore. Ma non credo sia un grosso problema le plastiche poco estetiche e le amplificazioni molli, quando legge usb, sd, mmc, xs, ipod, mp3, mp4, mpg, divx ecc.ecc. abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e altro non ci interessa, giusto?

Quindi, se volete acquistare un doppio Din economico non c’è problema, ma fatelo solo perchè imita i monitor di serie, non perchè abbia le credenziali per gestire un sistema di qualità superiore, o perchè sia effettivamente bello esteticamente.

Passando ai doppio Din “di marca” è possibile fare un confronto diretto con le versioni singolo Din e installandone entrambe le tipologie tutti i giorni credo di poter avere voce in capitolo.
Al di là del fatto che i sintomonitor in genere non nascono con le “opzioni” e le features audio come i sinto CD da plancia (ritardi, filtri, equa, ecc.ecc.) e che quindi dobbiamo sapere in partenza che se vogliamo un impianto di alta qualità dovremo pensare quanto prima ad un processore, potremmo comunque erroneamente acquistare un monitor più o meno in voga per poi scoprire di aver combinato un bel pasticcio (sopratutto se non vi fate consigliare da un installatore, ma date retta al salumiere dell’asta). Quello che ho potuto finora constatare personalmente lo riassumo qui di seguito brevemente.
Leggi il seguito di questo post »





Rockford Fosgate 3Sixty.2 (OEM)

28 11 2007

L’avevamo già introdotto parlando degli adattatori di segnale, o convertitori di linea, dedicati all’integrazione OEM. Oggi approfondiamo le caratteristiche dichiarate dal costruttore.

Il prodotto definitivo?

Non lo sappiamo, quello che sappiamo è che un dispositivo di questo calibro è in grado di aggirare tutte le problematiche relative alle elettroniche di intrattenimento che le case costruttrici di automobili installano di serie e non solo.
Il costo è appropriato, il 3Sixty.2 mostra un ottimo rapporto qualità/prezzo, e in più tante e tante funzioni in grado sia di correggere le carenze del sistema di serie che di esaltare quelle del vostro impianto aftermarket.
Leggi il seguito di questo post »





Diodi Laser, Fotodiodi e Jitter – Coassiale VS Ottico

27 11 2007

Non staremo qui a sviscerare questioni riguardanti il funzionamento del lettore CD, che probabilmente tutti ben conoscete, ma vogliamo solo distinguere pregi e difetti di queste due attualissime ed importanti tipologie.

All’uscita di tutto il meccanismo ottico/meccanico del lettore (motorino, lente, specchi ecc.ecc.) la strada del segnale si divide in tre verso:

– uscita analogica RCA

– uscita digitale coassiale elettrica

– uscita digitale ottica

Tralasciando appunto così come introdotto il passo numero uno, analizziamo le due differenti tecniche di trasmissione.

LA TRASMISSIONE ELETTRICA DI UN SEGNALE DIGITALE
Leggi il seguito di questo post »





iTube su Boston CR 57

20 11 2007

Ecco un bel sistemino d’ascolto che non ti disintegra il portafogli…

Precisiamo subito che l’ambiente d’ascolto (il mio negozio) non è il massimo, ho il soffito a quasi 4 metri e mezzo. Ma a parte questo, andiamo subito a vedere che componenti ho installato per questo kit di prova:

Boston CR 57 – Diffusore a 2 vie separate

iTube – Finale valvolare minimale

Leggi il seguito di questo post »